Bene immobiliare con piscina: come evitare i rischi

I beni immobiliari dotati di piscina continuano a godere di popolarità. La piscina è sinonimo di divertimento, estate e tempo libero. Sono, tuttavia, in pochi a essere consapevoli del fatto che la piscina in giardino può rappresentare un pericolo per il quale il proprietario può essere ritenuto responsabile. La parola d’ordine è dunque: prevenire i rischi!

Già sentito parlare di “responsabilità del proprietario di un’opera”? In particolare se avete già una piscina in giardino o se avete l’intenzione di costruirne una prossimamente, è importante che questo termine vi sia familiare. Secondo l’articolo 8 del Codice delle obbligazioni, infatti, il proprietario di un edificio o di un’altra opera è tenuto a risarcire i danni cagionati da vizio di costruzione o da difetto di manutenzione. Lo stesso vale per la piscina.

Bene immobiliare con piscina: non basta il cartello “divieto di uso della piscina”!

Una superficie acquatica scoperta e liberamente accessibile rappresenta un pericolo. Il problema è che il cartello “divieto di uso della piscina” di regola non basta, nel caso di un immobile con piscina, per svincolarsi dalla responsabilità. Secondo l’Associazione Svizzera dei Proprietari Fondiari (APF), il proprietario della piscina è tenuto a prendere i provvedimenti e le misure necessari per evitare i pericoli legati alla piscina, in condizioni di uso normali. Prudenza è d’obbligo in particolare in presenza di bambini dato che, secondo l’APF, non ci di può aspettare che agiscano con prudenza e abbiano un comportamento appropriato.

Ottima soluzione: copertura per piscina

Alcune possibilità di rendere sicura la piscina: togliere i dispositivi di accesso in caso di assenza e, in particolare, recintare la piscina con una porta con serratura bloccabile. Chi vuole andare davvero sul sicuro, tuttavia, deve in ogni caso predisporre una solida copertura per piscina. La copertura dovrebbe presentarsi in modo tale che fra il bordo della piscina e la copertura non vi sia alcuna apertura e che, se chiusa, non possa essere spostata o tolta. L’APF spiega che, in tal modo, si evita che oggetti o persone possano finire sotto la copertura.

Una volta provveduto a tutte le misure di precauzione e assicurandosi di aver effettivamente provveduto a coprire la piscina, nulla più ostacola il piacere della piscina di casa. Per ogni tipo di piscina la regola da seguire è controllare sempre scrupolosamente che sia protetta da uso improprio. In caso di dubbi, consultare uno specialista.

Aktuelle Blogbeiträge

MOSTRA TUTTO

Il vostro tema immobiliare.
La nostra soluzione globale.

TORNA SU
X
Send this to a friend