Come prevenire la legionella nell’appartamento di vacanza

Se l’appartamento di vacanza resta inutilizzato a lungo, nel boiler e nel climatizzatore potrebbe svilupparsi la legionella. Anche piccole misure precauzionali proteggono efficacemente da eventuali contaminazioni. Il blog di Immopulse vi offre qualche consiglio.

La legionellosi si sta diffondendo in Europa e in Svizzera e la grande maggioranza dei contagiati finisce all’ospedale. Dal 5 al 10% dei casi ha addirittura esito letale. Particolarmente propensi ad ammalarsene sono gli anziani, i fumatori e le persone immunodepresse. L’agente patogeno della malattia, la legionella, è in agguato in ogni casa e in ogni appartamento. Soprattutto negli appartamenti di vacanza che restano a lungo inutilizzati occorre usare prudenza. Ridurre il rischio di contaminazione è facile.

La legionellosi si sta diffondendo

La legionellosi, anche nota come malattia del legionario, è una grave polmonite scatenata da specifici batteri del genere legionella. Gli agenti patogeni sono presenti in modo naturale in quasi tutti gli ambienti umidi e acquosi. La legionella trova le condizioni ideali per svilupparsi soprattutto nell’acqua stagnante, a temperature comprese tra i 25°C e i 45°C. Il problema interessa le tubature dell’acqua, i rubinetti, i soffioni doccia, gli idromassaggi, gli impianti di ventilazione ecc. Il contagio non avviene bevendo l’acqua ma inspirando goccioline d’acqua nebulizzate.

Riscaldare il boiler dell’appartamento delle vacanze e lavare le tubature

La legionella si sviluppa velocemente quando l’acqua calda ristagna per un po’ di tempo. Per esempio, quando si occupa l’appartamento di vacanza che è rimasto inutilizzato per alcuni giorni o settimane. Oppure quando si torna a casa dopo due o tre settimane di vacanza al mare. In questi casi è possibile che la legionella si sia sviluppata nelle tubature dell’acqua, nel soffione della doccia o nel boiler.

Pertanto, l’Ufficio federale della sanità pubblica consiglia

  • di riscaldare il boiler a oltre 60 gradi quando si occupa un appartamento di vacanza o si torna a casa dalle vacanze;
  • di lavare, quindi, bene tutte le tubature e di non infilarsi subito sotto la doccia;
  • come misura contro la legionella in generale una temperatura del boiler di 60 gradi.

I climatizzatori ad acqua sono problematici

Problematici sono anche i climatizzatori. Alcuni vaporizzano l’acqua. Anche in questo caso la legionella può svilupparsi nel serbatoio dell’acqua. L’UFSP consiglia

  • di sostituire l’acqua nei climatizzatori rimasti a lungo inutilizzati.

L’osservanza di queste misure precauzionali assicura un’ottima protezione contro la legionella.

Aktuelle Blogbeiträge

MOSTRA TUTTO

Il vostro tema immobiliare.
La nostra soluzione globale.

TORNA SU
X
Send this to a friend