Immopulse: La rivista immobiliare di Swiss Life

// Edizione 5 // Primavera / Estate 2016

Philipp_72dpi

Gentile lettrice,
gentile lettore

Non c’è cosa più bella che fare ciò che ci siamo posti da soli come obiettivo. E ancora meglio, poterlo fare il più a lungo possibile. Decidere liberamente con grande responsabilità personale come vogliamo organizzare la nostra vita e programmare il nostro futuro.

Molto dipende anche da dove viviamo, in quale ambiente ci muoviamo, come abitiamo: lontano da tutto quello che vi assilla, perché cerchiamo la quiete? O proprio in mezzo alla vita che si sente pulsare 24 ore al giorno, dove persino la notte diventa giorno? Queste sono le due estremità e dobbiamo – no, possiamo! – decidere dove e come organizzare il centro della nostra vita.

La vita ha avuto un occhio di riguardo con quelle persone che oggi si affacciano alla terza età. Cresciute senza guerra e privazioni, diventate adulte in una società tollerante, non più legate a una dipendenza professionale e provviste di previdenza per la vecchiaia, oggi si prendono la libertà di vivere i loro sogni, di cambiare di nuovo la loro vita.

Viviamo in un’epoca di riduzione al minimo e come afferma la studiosa di trend Karin Frick, abbiamo bisogno, soprattutto nell’età di pensionamento, non più dell’hardware, ossia della casa, delle strutture ingessate, dei processi radicati. Adesso è richiesto il software: un ambiente sociale vario, il contatto Skype con i nipoti, la biblioteca sul laptop. In generale abbiamo bisogno di meno spazio, quindi abbiamo più spazio per riconoscere le nostre esigenze e per viverle.

Vi auguro buon divertimento nel fare ciò che desiderate.

Philipp Urech
Direttore Swiss Life Immopulse

Il vostro tema immobiliare.
La nostra soluzione globale.

TORNA SU
X
Send this to a friend